novembre 1

La definizione delle sanzioni non implica acquiescenza sul tributo

La Corte di Cassazione con sentenza n. 17529/2012 depositata il 12 ottobre 2012 ha precisato che l’atto di contestazione ed irrogazione delle sanzioni è autonomo rispetto al procedimento di accertamento del tributo Ha escluso, pertanto, che la definizione agevolata delle sanzioni, prevista dall’art. 16, comma 3, del D.Lgs 472/1997, comporti – neanche implicitamente – effetto.

ottobre 23

Litisconsorzio necessario: giudizio nullo se non riguarda tutti i soggetti parte del procedimento

di Nicola Papaleo n.papaleo@studiopapaleo.it Il giudizio relativo ad avviso di accertamento di maggior redditi emesso nei confronti di società di persone integra la fattispecie tipica del litisconsorzio necessario. Ne consegue che il giudizio celebrato senza la partecipazione di tutti i litisconsorzi necessari è affetto da nullità assoluta rilevabile – anche d’ufficio – in ogni stato.

novembre 19

Spese di sponsorizzazione sostenute a favore di terzi: deducibili se si dimostrano i vantaggi futuri

Cassazione, Sez. Trib., Sent. 24065 del 16-11-2011 È possibile portare in deduzione dal reddito d’impresa il costo della sponsorizzazione anche se finalizzata a promuovere l’immagine o il marchio di un’altra impresa, diversa da quella che ne ha sostenuto il costo. E, in particolare, la diversità di soggetti tra l’impresa che sostiene il costo e quella.

luglio 4

La Cassazione conferma: sul diniego della rateazione decide il giudice tributario

La causa contro il provvedimento di rigetto dell’istanza di rateizzazione di un debito avente natura tributaria rientra nella giurisdizione delle Commissioni Tributarie a nulla rilevando che la decisione su tale istanza debba essere assunta in base a considerazioni estranee alla materia tributaria. E’ quanto espresso dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione a Sezioni Unite.

giugno 2

Statuto del contribuente: le valutazioni della Cassazione e della Corte Costituzionale

La Cassazione con la sentenza n. 10982/2009 depositata il 13 maggio 2009 sottolinea la portata dello Statuto del Contribuente sottolineando come il principio di affidamento (articolo 10 della Legge 212/2000) esprima regola di rango costituzionale e si applica a tutte le norme dell’ordinamento tributario anche precedenti allo Statuto del contribuente. La Corte di cassazione richiama.

maggio 24

Costi non di competenza: termine per l’istanza di rimborso delle maggiori imposte versate.

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 10981/2009 – oltre ad intervenire sulla delicata questione attinente l’abuso di diritto – si è soffermata sulla possibilità, per il contribuente, di recuperare un costo di cui sia contestata l’indeducibilità per violazione della competenza economica, affermando che l’istanza di rimborso può essere presentata a far data dal.

maggio 24

Preavviso di fermo amministrativo: può essere impugnato

Il preavviso di fermo amministrativo relativo alla debiti di natura fiscale è impugnabile innanzi al giudice tributario. Il principio è stato sancito dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione (sentenza n. 10672/09). La pronuncia delle sezioni unite risolvere la delicata querelle relativa alla impugnabilità del preavviso di Fermo amministrativo. Infatti, si rammenta che tale atto.

marzo 15

La chiusura del fallimento determina la riabilitazione del fallito

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 4630/2009 ha chiarito che con la riforma del diritto fallimentare è venuta meno la necessità della riabilitazione dell’imprenditore fallito. Sono stati infatti cancellati gli effetti delle incapacità previste dalla precedente normativa non solo per il futuro ma anche per il passato ovvero per le procedure chiuse prima.